A tutti gli Amici della Bicicletta

In quanto a cultura per la bicicletta, l’ Italia,  è ancora decisamente molto carente rispetto ai paesi del nord Europa.

Un esempio di mala informazione sulla bicicletta in internet è dato dal forum di Jobike. Giò bike (scritto come si legge), è un’appendice originatasi dagli “amici della bicicletta” solo inerente le biciclette elettriche (www.jobike.it), tuttavia, ultimamente, il forum di Giò Bike, sembra non aver più niente da dire e comincia ad occuparsi anche di “contenuti extra” come le biciclette pieghevoli o le bici da carico. Così, il forum di Jo bike, tramite la figura di Elle, amministratore del forum e grazie al sostentamento di una manciata di altri biechi individui che si danno man forte l’uno con l’altro, non fa altro che concentrare l’attenzione del lettore su argomenti privi di valore e di significato che vengono promossi dal forum per strani tornaconti. Alcuni iscritti più avidi e facinorosi esprimono pareri favorevoli su rivenditori o produttori in cambio di favori o regali, sconti od altre facilitazioni. Per questo i membri del forum di Giò bike si prodigano nell’incentivare visibilità e la credibilità “virtuale” di personaggi improvvisatisi nel commercio e privi dei requisiti per poter operare, interessati unicamente a trarre profitti economici e bramosi dei consensi del forum per appagare la propria auto-stima che ovviamente non ha soddisfazione nel mondo reale.  Questi “quattro gatti” (alla fine sono sempre gli stessi perdigiorno) si coalizzano nel reprimere chiunque possa metterli in ombra, inquinando le informazioni divulgate da persone competenti e generando confusione nel lettore con il solo scopo di mantenere l’egemonia del forum di jobike sui motori di ricerca per quanto riguarda la bicicletta ed il suo mondo. Il burattinaio che comanda ogni parte del forum è “Elle”, un napoletano che invece di occuparsi del suo lavoro come ricercatore presso l’università partenopea, passa tutto il tempo on-line a scrivere sciocchezze o più spesso scopiazza da altri siti e poi copia ed incolla pur di far vedere la sua preparazione… Verrebbe da sperare che i suoi oltre 13 mila interventi sul forum non siano tutti stati fatti da lui ma che “Elle” abbia dei prestanome che operano in sua vece, tutt’al più sotto la sua supervisione, altrimenti non si capirebbe quando troverebbe il tempo per fare il suo lavoro, o forse potrebbe essere addirittura pagato dall’università per dimostrare concretamente le sue capacità di imbonitore ed intortatore di persone e sperimentatore delle dinamiche di gruppo.

Morale prendere le informazioni di Jobike, “il forum indipendente sulle biciclette elettriche” è tutt’altro che indipendente e le informazioni in esso contenute sono da prendere con le pinze o meglio evitare di leggerle per non perdere tempo.

Jo bike, chi lo conosce lo evita.


Annunci

Informazioni su BiciCaffe

Non credo che nel nostro paese esista una città adatta alle bici, fatta eccezione di alcuni casi di piccoli centri come Ferrara o altri esempi di paesi o città pianeggianti, il resto delle città ha sempre lo stesso problema e le dinamiche sono comuni a quelle ritrovabili a Milano, Roma, Firenze, Napoli, Palermo, Genova, ecc. E’ la nostra mentalità che deve cambiare e favorire nuove abitudini di spostamento, più efficenti, più pratiche e che non provochino danni a noi stesse ed all’ambiente. Non parlo solo delle emissioni nocive, se anche tutto il parco auto fosse sostituito da veicoli con motori elettrici, comunque, non ci saremmo salvati dall’invasione dovuta ai troppi mezzi in circolazione. Usare un’auto per percorrere pochi chilometri da soli è illogico, anti economico, inquina sia da un punto di vista di emissioni nocive che per quanto riguarda il traffico ed il parcheggio, è stressante e non aiuta a tenersi in forma fisica come camminare o andare in bici. Per colpa delle auto ormai non è possibile nemmeno passeggiare tranquilli e chiacchierare con qualcuno perchè le auto hanno invaso tutti gli spazi rendendo le città non più a misura d’uomo. Nei momenti di traffico, cioè praticamente sempre, le auto hanno una velocità media inferiore a quella che può tenere una bicicletta ed in particolare una bici elettrica che può muoversi a 25 km/h ed in caso si tratti di una bici elettrica provvista di omologazione (ciclomotore elettrico) può arrivare oltre i 40 km/h. E’ proprio per permettere alle persone di rivalutare le proprie convinzioni che desideriamo offriere la possibilità di provare i nostri mezzi ed in particolare le biciclette FLYER. Chi lo ha fatto è rimasto entusiasta ed ha scelto questo mezzo. Purtroppo c’è ancora troppo poca informazione perchè il mercato dell’auto continua ad essere incentivato facendo leva sull’illusione che si da alle persone di avere un mezzo che permetta loro maggior libertà, quando in realtà è esattamente il contrario. Le regole dovrebbero essere cambiate, prendendo spunto da quelle per la navigazione delle barche prive di motore ossia le biciclette dovrebbero avere la precedenza su tutti i mezzi a motore, l’unica eccezzione potrebbero essere per il tram ed i mezzi pubblici che non possono fermarsi per lasciar passare una bicicletta. Può sembrare folle ma una volta che ci si è abituati, la qualità della vita migliorerebbe per tutti. Concordo sul fatto che ci siano ciclisti indisciplinati, probabilmente lo sono perchè il codice della strada è fatto da persone senza competenza e che non tiene conto dei diritti dei più piccoli come pedoni e ciclisti perchè come già detto tutto è dovuto alle auto.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Bici Amici, Bicicletta Amica, Jobike, TopBike e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...